Pubblicazione del 27-01-2021

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE

Il regolamento garantisce che il trattamento dei dati personali, effettuato mediante l’attivazione di un impianto di videosorveglianza nel territorio urbano, gestito dal Comune di Cursi – Ufficio di Polizia Locale e collegato alla sede della stessa Polizia Locale, si svolga nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali, nonché della dignità delle persone fisiche, con particolare riferimento alla riservatezza e all’identità personale. Garantisce altresì i diritti delle persone giuridiche e di ogni altro Ente o associazione coinvolti nel trattamento.

Nei locali delle forze dell’ordine è posizionato un monitor per la visione delle immagini riprese dalle telecamere.

La diretta visualizzazione delle immagini deve essere limitata ad obiettivi particolarmente sensibili e strategici o in presenza di pubblico interesse, fermi restando i requisiti di necessità, pertinenza,e non eccedenza dei dati. Il sistema non deve effettuare riprese di dettaglio dei tratti somatici delle persone, che non siano funzionali a dette finalità.

La videosorveglianza effettua una vera e propria attività di vigilanza su persone e beni, sostituendo, in tutto o in parte, la presenza umana sul posto.

L’attività di videosorveglianza è effettuata ai fini di:

  • attivare misure di prevenzione e di tutela della pubblica sicurezza in ambito comunale;
  • vigilare in materia di sicurezza urbana, sulla correttezza osservanza di ordinanze e/o regolamenti comunali per consentire l’accertamento dei relativi illeciti;
  • attivare uno strumento operativo di protezione civile sul territorio comunale;
  • verificare il rispetto degli accessi in zone a traffico limitato e corsie riservate;
  • rilevare le infrazioni al codice della strada;
  • monitorare la circolazione sulle strade;
  • tutelare la sicurezza urbana;

La risoluzione della ripresa sarà bassa nel caso che le telecamere siano state installate per verificare traffico, ingorghi, esondazioni, ecc. La risoluzione sarà alta per telecamere posizionate al fine della sicurezza urbana.

Persone autorizzate ad accedere alla sala di controllo

  1. L’accesso alla sala dove sono posizionati i monitor è consentito solamente al personale della Polizia Locale o a quello autorizzato dal referente (Responsabile della Polizia Locale o del Settore di appartenenza) preposto, e agli addetti ai servizi.
  2. Possono essere autorizzati all’accesso solo incaricati e personale addetto alla manutenzione degli impianti ed alla pulizia dei locali e il personale delle forze dell’ordine.

Accesso ai dati

L’accesso alle immagini ed ai dati personali è consentito:

  • al referente ed agli incaricati dello specifico trattamento
  • ai preposti alle indagini dell’Autorità Giudiziaria e di Polizia
  • all’amministratore di sistema del Comune, ed alla ditta fornitrice dell’impianto e responsabile, nei limiti strettamente necessari alle loro specifiche funzioni di manutenzione;
  • all’interessato debitamente autorizzato in quanto oggetto di riprese

Nel caso di accesso ai dati da parte dell’interessato questi avrà visione solo delle immagini che lo riguardano direttamente.

Tutti gli accessi alla visione saranno documentati mediante l’annotazione in un apposito “registro delle attività di trattamento e degli accessi” (cartaceo od informatico), conservato nei locali dell’Ufficio di Polizia Locale.

Regolamento integrale (pdf)

CONDIVIDI IL POST SULLE TUE CHAT